Skip to content

Allergie e intolleranze alimentari

18 aprile 2007

Fino a cinquant’anni fa le parole allergia e intolleranza ricorrevano nelle nostre conversazioni soltanto per alludere alla suocera o al capoufficio… Oggi invece se ne parla tantissimo; persone che diventano allergiche persino all’acqua o al sale che sono i costituenti principali del nostro organismo.
Da alcune statistiche risulta che, riferito all’intera popolazione un 3% soffre di allergie, ma se vengono presi in considerazione i bambini la percentuale sale allora al 7%.

Come è ormai risaputo le pratiche dello svezzamento precoce o dell’allattamento artificiale sono altri fattori primari di rischio per le allergie alimentari.
Altri studi affermano inoltre che i bambini per effetto delle vaccinazioni e dei troppi antibiotici, così come pure dell’eccessiva igiene alimentare, si ammalano molto meno di malattie infettive e parassitarie, e non avendo nemici da combattere il loro sistema immunitario rivolgerebbe la propria attenzione verso sostanze innocue come quelle alimentari.
Ci sono poi ancora prove scientifiche che fanno intravedere la possibilità che le vaccinazioni agiscano negativamente sul funzionamento del sistema immunitario. Nel caso di vaccini coltivati in uova embrionate di pollo (antinfluenzale, anti febbre gialla, antimorbillo, antiparotite, antirosolia) esiste il rischio di sensibilizzazione verso le proteine dell’uovo.

Per la prima volta nella storia del mondo, l’uomo è sottoposto al contatto con sostanze chimiche non naturali in tutto l’arco della sua vita, fin dalla sua vita fetale.
Per effetto della globalizzazione dei mercati abbiamo introdotto nella nostra dieta alimenti provenienti da altre tradizioni, piatti esotici e fast food che il nostro organismo digerisce con difficoltà perchè abbondano di ingredienti ai quali non è abituato.

L’agricoltura utilizza una vasta gamma di sostanze di sintesi per aumentare la produttività di piante e bestiame. Destano grande preoccupazione per la loro tossicità i nitrati, i pesticidi e gli antibiotici. Per non parlare poi degli Ogm che spesso finiscono sulle nostre tavole senza che ce ne rendiamo conto e di cui ancora non se ne conoscono gli effetti. I prodotti freschi sono sostituiti da quelli conservati o trasformati industrialmente.

La periodicità stagionale nel consumo negli alimenti è scomparsa, oggi possiamo consumare lo stesso alimento fresco nell’intero corso dell’anno.

Alcuni medici sostengono che l’organismo sia in grado di eliminare i prodotti di rifiuto solo se l’alimento è consumato per un breve periodo di tempo durante l’anno. Se l’alimento viene consumato continuamente, il rifiuto accumulato potrebbe causare problemi a livello metabolico e immunitario producendo fenomeni di sensibilità allergica o di intolleranza. Spesso si riscontra infatti come l’allergia insorga quando si sia abusato di un determinato alimento: è necessario quindi imparare a variare la propria dieta evitando di assumere lo stesso alimento all’interno delle 72 ore. Questo è il tempo che si è stabilito essere giusto per smaltire tutte le tossine di un alimento, qualsiasi alimento, anche il più buono, ad esempio il riso integrale, benchè sia uno degli alimenti più pieni, più perfetti, più armoniosi, se dovessimo incominciare a mangiare riso integrale tutti i giorni, nell’arco di un po’ di tempo, potremmo risultare intolleranti al riso perché lo abbiamo mangiato troppo frequentemente. Il segreto è quindi accorgersi dei sintomi…. il sintomo più importante di una sensibilizzazione, di un’intolleranza è senz’altro un calo energetico, e se ovviamente si continua con questo alimento che sta danneggiando il fisico, da semplice calo di energia può diventare, invece, qualcosa di più impegnativo e un vero e proprio sintomo, magari, di malattia.

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: