Skip to content

Una buona notizia: NO al mais MON810

22 marzo 2010

COMUNICATO EQUIVITA 22/03/10

Con il decreto che vieta la coltivazione del mais MON810, firmato dal Ministro Luca Zaia, verrà infine rispettato il parere della vasta maggioranza di italiani (oltre il 75%!) contraria agli Ogm

La firma del decreto da parte del ministro Zaia, ha seguito il voto unanime della “Commissione sementi geneticamente modificate” istituita presso il ministero delle Politiche agricole. In tale Commissione sono rappresentati:
Il Ministro delle Politiche agricole
Il Ministro dell’Ambiente
Il Ministro della Salute
Le regioni Basilicata, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Toscana e Veneto.

Il voto unanime ha negato il 18 marzo l’autorizzazione all’iscrizione del mais gm MON810 nel registro delle sementi.
Come ha dichiarato il Ministro Zaia, è un momento storico per l’agricoltura italiana, che mette fine al lungo dibattito iniziato con l’annuncio della presentazione delle linee guida per la coesistenza a fine gennaio scorso.

L’Italia potrà, anche in futuro, vietando con la stessa procedura la coltivazione di altri Ogm:
–  salvare il suo patrimonio agricolo basato su colture tipiche e prodotti di qualità ed evitare in tal modo un grave danno all’economia nazionale.
tutelare i suoi cittadini consentendo la scelta del biologico ed impedendo che un uso 4 volte maggiore di sostanze chimiche – tale è infatti il loro uso con gli Ogm – rechi danno alla salute di tutti, in particolare dei più deboli come i bambini, sempre più colpiti dai tumori e dalle malattie neurodegenerative.
tutelare la nostra sovranità (autonomia) alimentare impedendo che la produzione e commercializzazione del cibo passino nelle mani di tre o quattro multinazionali insieme al controllo del mercato alimentare non solo nostro, ma del mondo intero.

“Gli Ogm – dichiara Fabrizia Pratesi, coordinatrice del Comitato Scientifico EQUIVITA – si sono fatti strada con promesse sulla produttività e sulla sostenibilità mai realizzate (al contrario ribaltate) e con mezzi spesso illegali. Il loro declino, cui stiamo assistendo (ad esempio, la riduzione delle superfici coltivate in UE), è dovuto all’assenza di loro caratteristiche migliorative e ancor più alla presa di coscienza di cittadini ed agricoltori, fino a poco fa inconsapevoli della strategia economica che si celava dietro ad essi. Una strategia oggi a tutti chiara: quella della privatizzazione del “bene comune” più importante, la materia vivente del pianeta. Tale privatizzazione, ottenuta per mezzo dei brevetti usando il pretesto della modifica genetica, consente di riscuotere diritti ad ogni ciclo riproduttivo. Oggi le multinazionali pretendono di ottenere i brevetti su piante e animali anche senza introdurre una modifica genetica”. (vedi http://www.keinpatent.de/?id=138&L=5)

Molti sono i successi che la maggioranza “anti- Ogm” ha ottenuto nelle ultime settimane anche su scala internazionale: rinnovo triennale in Svizzera della moratoria su piante e animali gm, moratoria a tempo indeterminato sulla melanzana Bt in India, moratoria di fatto su tutti gli Ogm in Bulgaria ecc …

Il Comitato Scientifico EQUIVITA si rallegra con il Ministro Zaia per avere tenuto ferma la sua posizione di tutela dell’agricoltura e dei diritti civili in Italia, ed avere fatto in modo che l’Italia si sia unita alla Germania, la Francia, l’Austria, la Grecia e l’Ungheria, con un deciso NO al tanto discusso Mais MON810 della Monsanto.

Comitato Scientifico EQUIVITA
Tel. + 39. 06.3220720, + 39. 335.8444949
E-mail: equivita@equivita.it
Sito internet: http://www.equivita.org

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: